Udinese – Juventus 0-0 : vacanze in alta quota

La Juventus di Antonio Conte, nell’ultimo impegno del 2011, non va oltre lo 0-0 sul difficile campo dell’Udinese. Il punto guadagnato però permette comunque ai bianconeri di festeggiare il Natale in testa alla classifica, seppur in coabitazione con il Milan.

La partita è una di quelle in cui non sarà difficile prevedere lo 0-0 finale; nel primo tempo le due squadre fanno più attenzione a non scoprirsi piuttosto che ad attaccare. E’ però la Juventus ad avere in mano il pallino del gioco, con Claudio Marchisio che va vicino alla realizzazione in almeno due occasioni, con Handanovic che in tutte e due le situazioni non avrebbe potuto in nessun modo evitare la rete. Dall’altra parte Guidolin si affida ancora una volta a Totò Di Natale, ben chiuso però dalla difesa juventina.

Nella ripresa i giochi si ravvivano un pò, soprattutto nel momento in cui Conte tira fuori uno spento Matri e inserisce Fabio Quagliarella. L’ex attaccante proprio dell’Udinese si fa subito notare con un sinistro terminato di poco fuori dello specchio della porta. Lo stesso numero 18 della Juventus si ripete poco dopo, con una girata di destro in area sulla quale, stavolta sì, c’è la gran risposta di Handanovic. L’Udinese tenta di pungere soprattutto sui calci piazzati e sfruttando il contropiede, dunque in entrambe le ipotesi appoggiandosi a Di Natale, ma il capitano non può fare tutto da solo. Grande temperamento dimostrano anche Armero e Basta, con il primo che, con la sua velocità, spesso mette in difficoltà Lichtsteiner.

Nel finale la partita si accende: intanto l’ingresso di Del Piero al posto di Pepe, che paga 4 mesi al massimo con una prestazione appena sufficiente. Lo stesso Del Piero, dopo diverse finte in area, serve Lichtsteiner che però controlla male il pallone e spara in curva. Dall’altra parte Di Natale ha una buona occasione, ma il suo destro dal limite dell’area termina sul fondo, alla destra di Buffon. Dopo tre minuti di recupero e dopo aver espulso Guidolin per proteste, l’arbitro Tagliavento manda tutti in vacanza, con la Juventus che ritrova la vetta della classifica, anche se non più in solitaria.

Dopo la vittoria a Cagliari, infatti, il Milan è arrivato a quota 34 punti, stessa quota toccata dalla Juventus con il punto di Udine. Il fatto che il 2012 inizi con il binomio rosso-bianco-nero è un segno inequivocabile che saranno proprio queste due squadre a giocarsi il titolo di campione, con Lazio, Udinese e perchè no anche l’Inter a cercare di sfruttare qualsiasi passo falso delle capoliste.

Commenta