Milan – Inter: Milito incorona i nerazzurri

La sesta vittoria consecutiva per i nerazzurri ha un sapore decisamente particolare visto che arriva in occasione di un derby che non riusciva più a vincere (negli ultimi tre scontri diretti il successo era stato sempre dei rossoneri) e riporta la squadra di mister Ranieri lì su, in piena corsa per lo scudetto. Il Milan non approfitta del pareggio della Juve e perde la leadership della classifica. Ora è seconda, proprio ad un punto dalla squadra torinese.

Chi si aspettava il bel gioco sarà rimasto sicuramente deluso. Nel primo tempo il Milan cerca di controllare la partita attraverso il possesso palla. L’Inter, invece, attende, cerca di evitare pericoli alla porta di Julio Cesar ed è pronta a scattare in contropiede appena si presenta l’occasione. Il risultato è un primo tempo noioso, dove si segnalano solo il goal annullato in apertura a Thiago Motta per fuorigioco inesistente e la traversa di Van Bommel che mette i brividi a tutti i tifosi interisti.

La ripresa comincia nel segno di Milito. Il principe nerazzurro (rinato come tutta la squadra) sfrutta un errore di Abate e con un preciso diagonale insacca Abbiati e sblocca la partita. È il 9’ della ripresa. Il Milan ha tutto il tempo per recuperare, ma la manovra dei rossoneri è troppo lenta e la sensazione è che la squadra di Allegri abbia subito troppo a livello psicologico il goal dei cugini nerazzurri. Il mister livornese decide di correre ai ripari. Fuori Zambrotta e dentro Robinho, ma il risultato non cambia. L’Inter controlla la partita e il Milan va vicino al pareggio solo con un tiro di Robinho e su una botta dalla distanza di Seedorf (subentrato a Nocerino).

L’Inter vince così il primo scontro diretto della stagione e a condividere la gioia ci sono anche Sneijder e Forlan. La squadra di Ranieri sembra un’altra rispetto ad inizio campionato e ha sfruttato al meglio il pareggio della Juventus, portandosi a soli sei punti dalla vetta. Un risultato che non solo permette al’Inter di credere concretamente nello scudetto, ma smuove una classifica che troppi avevano data già per scontata.

E chi potrebbe approfittare dei risultati di questa domenica è il Napoli, che stasera scende in campo contro il Bologna. La squadra azzurra ha un’occasione d’oro per recuperare punti in classifica e portarsi a solo meno due dall’Inter e Mazzarri intende sfruttarla al meglio, mandando in campo gli 11 titolari. Pandev ritrova il suo posto in attacco accanto a Cavani e Hamsik e il neoacquisto Vargas si accomoda in panchina. Unico dubbio per il mister di San Vincenzo riguarda la fascia sinistra: chi vincerà il ballottaggio tra Dossena e Zuniga?

Il Bologna, da parte sua, proverà a fare il colpaccio, come fece l’anno scorso. Per farlo Pioli ha blindato la squadra e mantiene il riserbo sulla formazione che potrebbe scendere in campo. La sensazione è che il tecnico rossoblu schieri un 3-5-2, con Ramirez e Di Vaio in attacco. In ogni caso, la parola d’ordine è compattezza.

Commenta