Calciomercato: Viviano-Palermo, Amauri guarda a Roma

Il calciomercato impazza, e non solo per i vari Tevez, De Rossi e Borriello. A fare rumore sono anche i movimenti che interessano squadre che non lotteranno per lo scudetto.

Come il Palermo che, dopo i due cambi di panchina e i tantissimi gol subiti, non ultimi i tre rifilati dal Napoli al Barbera, pensa ad un avvicendamento tra i pali. Ai vari Tzorvas e Benussi potrebbe presto aggiungersi Emiliano Viviano, in comproprietà tra Inter e Genoa, e che nella scorsa estate si è procurato la rottura del crociato, dovendo rinunciare a qualsiasi trattativa di mercato. Ora che sta per tornare a disposizione, sembra che ci sia già l’ok da parte dei nerazzurri e dei rossoblu per l’approdo del portiere, già nel giro della Nazionale, in Sicilia.

Chi a Palermo non tornerà è Amauri che, stando alle dichiarazioni di Zamparini, avrebbe più volte rifiutato un ritorno in Sicilia, sempre per questioni economiche. Allora per l’italo-brasiliano della Juventus rimane caldissima la pista Roma, alla ricerca di una punta in grado di sostituire Borriello e, momentaneamente, Osvaldo. Amauri ha già dato il suo benestare alla trattativa, eventuali novità nelle prossime ore.

A Novara invece l’attacco è fin troppo folto: oltre ai vari Meggiorini, Morimoto, Rubino, Jeda (in partenza), Granoche e al nuovo arrivato Caracciolo, Tesser potrà presto avere a disposizione anche Giuseppe Mascara, che lascia Napoli dopo l’arrivo di Vargas che, così, chiuderebbe ogni singolo spazio per l’ex capitano del Catania. Da Napoli potrebbe andar via anche Lucarelli, che pregusta un ritorno a Lecce dove fece benissimo dal 1999 al 2001, prima di andare al Torino.

Lecce che ha chiesto anche Fabio Grosso alla Juventus, così da rinforzare la sua fascia sinistra, mentre Biondini, dopo il ritorno di Dessena a Cagliari, è sempre più vicino al Genoa. A Cagliari, invece, tutti aspettano l’ennesimo ritorno di Acquafresca, che a Bologna non sta affatto dimostrando il suo valore.

Un altro giocatore che non ha lasciato nessun segno nel nostro campionato è Santiago Silva, arrivato alla Fiorentina come vice Gilardino. Dopo la partenza di quest’ultimo Delio Rossi e Corvino avrebbero deciso di mandar via anche Silva, appetito dal Boca Juniors, e rinnovare completamente l’attacco. Si parla di Iaquinta, più fredda la pista Toni (desiderio del Parma del neo-tecnico Donadoni). Intanto la Lazio, dopo l’ottimo affare fatto con Klose, tenta l’affondo su Olic, altro scarto del Bayern Monaco, che prenderebbe il posto di Cissè, ormai fuori dai piani biancocelesti.

Commenta