Totti shock, via da Roma?

“Ho pensato di andare via, soprattutto ultimamente. Se il problema per alcuni tifosi della Roma sono io, continuerò a pensarci. Non parlo né della società, né del mister. Mi dispiace ascoltare alcuni commenti dai tifosi”. È un Francesco Totti che non ti saresti mai aspettato di sentire quello che ai microfoni di Sky Sport 24 racconta il difficile momento che sta attraversando non solo la squadra del suo cuore, ma anche lui, capitano e simbolo di un’intera città. L’occasione è stata la la cena di Natale della società presso il Museo Maxxi.

Un pensiero, quello di abbandonare la nave, che il capitano ha avuto anche dopo il rigore fallito contro la Juve. “E’ stato un piccolo passo falso e se avessi segnato avremmo vinto, sarebbe cambiata la partita, eravamo riusciti ad affrontare quella che in questo momento è la squadra più forte del campionato a viso aperto – ha continuato il numero dieci giallorosso – Mi dispiace aver sbagliato per me, per i tifosi e per tutto quello che ho sentito in giro, ma io continuerò a dare il massimo come ho sempre fatto”.

Totti rivela anche di aver pensato di calciare il rigore a cucchiaio, suo marchio di fabbrica ma di non averlo fatto per rispetto del portiere, compagno di Nazionale ai mondiali 2006.

Il capitano e bandiera della Roma, però, assicura sulla compattezza della squadra. “Remiamo tutti dalla stessa parte, poi vediamo cosa ci darà il futuro. La squadra è compatta, unita, ha un unico obiettivo fare bene per i tifosi. E’ normale che quando i risultati non vengono le cose cambiano, ma l’obiettivo è restare uniti verso l’allenatore e la società, cercheremo di dare il massimo come tutte le domeniche”.

A prendere le difese del capitano, l’erede designato, Daniele De Rossi: “Dopo il rigore che ha sbagliato con la Juve ho sentito di tutto, cose assurde sulla sua professionalità e visto quello che ha fatto in tutti questi anni per la maglia della Roma, potrebbe anche mettere nella propria porta la palla con le mani, ma certe cose che ho sentito non andrebbero pensate neanche in quel caso”.

E proprio De Rossi è stato al centro dell’attenzione questo pomeriggio, quando si è tenuta la riunione per completare il nuovo assetto societario. L’incontro poteva essere anche l’occasione per parlare di “Capitan Futuro”, ma gli interessati sostengono che non si sia affrontato l’argomento del rinnovo del giocatore. Rinnovo che però potrebbe essere sempre più vicino, grazie all’aumento di capitale da almeno 50 milioni in programma per febbraio.

Commenta