Allegri: “Milan, puoi vincere. E Pato resta con noi”

A pochi giorni dalla ripresa del campionato parla l’allenatore del Milan Massimiliano Allegri, impegnato con la sua squadra nel mini ritiro a Dubai. Ovviamente le questioni del momento in casa Milan sono le vicende di mercato riguardanti eventuali arrivi ed eventuali partenze.

Innanzi tutto il tanto chiacchierato arrivo di Tevez: “Sicuramente stiamo parlando di un grande giocatore, ha dimostrato le sue qualità a Manchester, ma anche in nazionale. Però al momento non è un giocatore del Milan; nel caso dovesse arrivare ne potremo parlare. Non dovesse arrivare non ci sarà da fare nessun dramma, perchè abbiamo un parco attaccanti di tutto rispetto, che l’anno scorso ci hanno permesso di vincere il campionato”.

Di quel gruppo di attaccanti fa parte anche Pato, negli ultimi tempi messo più volte in discussione dalla stampa, soprattutto in quanto il giocatore stesso ha ammesso come con Allegri ci sia un rapporto lavorativo, mentre con Ancelotti c’era un rapporto del tipo padre-figlio: “Il ragazzo ha avuto uno sfogo, com’è normale che sia, tutti ne abbiamo. Per me non c’è nessun problema, e ovviamente spero che Pato resti con noi. Tra l’altro si è ripresentato dopo le vacanze in ottima forma e sta facendo un ottimo lavoro in questi giorni, per cui non ho nulla da rimproverare a lui”. Chi invece non avrà futuro nel Milan è Pippo Inzaghi: “Su Inzaghi ne abbiamo già parlato più volte; la stima per lui è immensa, però ovviamente vanno fatte determinate scelte, in campo si va in undici e in panchina in sette. Se avrà voglia di continuare a giocare altrove, non posso far altro che augurargli tutto il bene possibile”.

Alla ripresa del campionato ricomincerà il testa a testa con la Juventus: “Sì, i bianconeri sono sicuramente un’avversaria per il campionato. Hanno fin qui dimostrato di essere un gruppo solido, di giocare sempre per vincere e di non mollare mai neanche un centimetro all’avversario. Quindi di sicuro ci sono loro, ma così come ci sono anche Lazio e Udinese, la cui qualificazione europea aumenta il loro status di grande squadra”. Tutto ciò però, secondo mister Allegri, non toglie che ” il Milan è la squadra campione, e come tale lotterà fino alla fine per vincere. Sappiamo di poterlo fare, sappiamo di avere una rosa adeguata alla missione, e se arriverà qualcun’altro ci darà sicuramente una mano. Vogliamo vincere il campionato e vogliamo arrivare fino in fondo in Champions League, perchè siamo il Milan, e come tale abbiamo il dovere di lottare su ogni cosa”.

Commenta