Mondiale per club: Barcellona-Santos in finale

Saranno, esattamente come ci si aspettava, il Barcellona di Messi e il Santos di Neymar ad affrontarsi il prossimo 18 dicembre nella finale del Mondiale per Club. Come spesso accade, la finale vedrà impegnate la squadra campione d’Europa e la squadra vincitrice della Copa Libertadores, praticamente la Champions League sudamericana. L’anno scorso l’Inter affrontò in finale gli africani del Mazembe, tra l’altro travolgendoli con un netto 3-0.

Il Santos, squadra già di Pelè, ha staccato il biglietto per la finale battendo per 3-1 i giapponesi del Kashiwa Reysol, in una partita tutto sommato condotta sempre dai brasiliani. A sbloccare il risultato ci aveva pensato, non a sorpresa, Neymar con una giocata da fuoriclasse assoluto. Al 19′ il talento verdeoro prende palla, dal destro la porta sul sinistro e lascia partire un tiro a giro che si infila in rete, per il delirio di tutto lo stadio. Una perla che impreziosisce ancora di più un calciatore già sognato da mezzo mondo. Cinque minuti dopo il suo compagno di squadra Borges segna il raddoppio, dando l’illusione di chiudere il match.

Nella ripresa il giapponese Sakai accorcia le distanze, ma pochi minuti dopo ci pensa Danilo, che dall’anno prossimo si potrà ammirare giocare con la maglia del Porto, a chiudere i conti, regalando il 3-1 finale, nonchè l’approdo nella finalissima. I brasiliani dunque erano spettatori più che interessati dell’altra semifinale, che vedeva in campo l’Al Saad e, soprattutto, il Barcellona di Guardiola.

Ci si aspettava che i blaugrana avrebbero fatto polpette degli avversari, ed è stato proprio così. Al termine del primo tempo i campioni d’Europa sono già in vantaggio per 2-0, grazie alla doppietta di Adriano, ex giocatore del Siviglia, spesso chiuso da Sanchez e Fabregas. AL 20′ della ripresa arriva il colpo del ko definitivo ad opera di Keita, giocatore che invece, nonostante si trovi, nelle gerarchie della squadra, dietro i vari Xavi e Iniesta, riesce sempre a ritagliarsi uno spazio importante. A rendere più rotondo il risultato ci pensa nel finale Maxwell, per il 4-0 definitivo che regala ai blaugrana la finalissima contro il Santos.

Finale che, purtroppo, non vedrà in campo David Villa, che in uno scontro fortuito durante il match si è procurato la rottura della tibia, vedendo già di fronte a lui uno stop di circa 5/6 mesi. Per Villa, dato proprio in questi giorni come prossimo partente da Barcellona, si fa difficile anche la partecipazione ai prossimi europei in Polonia e Ucraina.

Commenta