Messi, terzo pallone d’oro?

Manca ancora l’ufficialità, ma per Messi il terzo pallone d’oro di fila si fa sempre più concreto. Soprattutto oggi, che è arrivata l’incoronazione da parte del presidente della Uefa, Michel Platini.

“Sono molto contento per lui – ha detto Platini – Messi è un giocatore fantastico. Io ho vinto il mio primo pallone d’oro a 28 anni e lui ha vinto due volte a 24 anni”. Una vera e propria dichiarazione d’amore per l’ex giocatore della Juventus che spazza via tutte le voci dei maliziosi che sostenevano che il francese fosse preoccupato per il suo record. Michel Platini, infatti, è attualmente l’unico calciatore ad aver vinto per tre volte di seguito il prezioso riconoscimento.

Questo suo record, però,  potrebbe essere eguagliato proprio dall’attaccate argentino del Barcellona. Lionel Messi ha già vinto il trofeo nel 2009 e nel 2010 ed è il grande favorito anche per questa stagione (a contendergli il titolo sono Xavi e Cristiano Ronaldo). “I primati sono fatti per essere battuti – ha aggiunto a tal proposito Platini – e Messi ha tecnica, ritmo e può fare di tutto”.

Il presidente della Uefa, a Tokyo per il Comitato esecutivo della Fifa, è intervenuto anche sul grave infortunio dell’attaccante del Barcellona Villa. Lo spagnolo ha riportato la frattura della tibia sinistra durante la semifinale del Mondiale per club contro l’Al Sadd e proprio oggi è ripartito per la Spagna, dove sarà operato nel fine settimana; per lui si prevede un lungo stop, ma lo stesso giocatore si è detto ottimista sui tempi di recupero (circa 4-5 mesi). ”Penso che giocherò la finale di Champions League a Monaco di Baviera e anche gli Europei – ha dichiarato Villa – Lavorerò duro per riuscirci”.

Platini sostiene che questo episodio non condizionerà i grandi club europei, che continueranno a schierare i miglior giocatori anche nelle prossime edizioni del mondiale per club.

“Penso che Barcellona, Juventus e Inter vogliano vincere questo trofeo perché è più importante per loro – ha detto il presidente della Uefa – e ci vogliono i migliori giocatori per raggiungere il miglior risultato”.

Platini ha anche riferito che l’organismo da lui presieduto, la Uefa, donerà 500.000 euro per la Football Association Giappone  (JFA) e in particolare per il progetto il cui obiettivo è quello di riparare le strutture sportive nelle zone colpite dal terremoto e dallo tsunami dello scorso 11 marzo.

Commenta