Lippi vola in Cina

Dopo quasi due anni dalla disastrosa spedizione azzurra in Sud Africa, Marcello Lippi potrebbe tornare ad allenare. Sembra ormai certo, infatti, che l’ex commissario tecnico dell’Italia campione del mondo nel 2006, volerà in Cina per sedere sulla panchina del Guangzhou Evergrande, la squadra di Canton salita alla ribalta della cronaca internazionale per la campagna acquisti che sta effettuando negli ultimi anni. Considerata la società più ricca di tutta la Cina, è di proprietà dell’immobiliare Evergrande (un patrimonio di 4,8 miliardi di euro) che fa capo al milionario Xu Jiayin. E a convincere l’allenatore viareggino potrebbe essere stati proprio i soldi, tanti, promessi dall’imprenditore cinese: ben 10 milioni di euro per una stagione. Un regalo di compleanno non da poco per Lippi che il 12 aprile compierà 64 anni.

Un corteggiamento che dura da mesi, ma che nelle ultime settimane ha vissuto una definitiva accelerazione. Complici la sconfitta nel derby col Canton G&R, in testa a pari punti con l’Evergrande, e un percorso certamente non brillante nella Champions di casa, dove dopo la vittoria per 5-1 all’esordio in casa dello Jeonbuk, compagine sudcoreana (con premio partita da un milione settecentomila euro) sono arrivati un pari e una sconfitta che hanno fatto scivolare il Guangzhou al terzo posto del girone.

Risultati troppo cattivi per la proprietà che ha deciso di esonerare il sudcoreano Lee Jang-soo, l’allenatore protagonista della straordinaria vittoria, lo scorso anno, della Super Lega a 16 squadre. Merito anche dei numerosi acquisti della società. Oltre alle tante stelle locali, sono arrivati anche l’attaccante brasiliano naturalizzato serbo Clèo, il nigeriano Melkam e, soprattutto, Dario Conca, il centrocampista argentino che per ben due anni ha vinto il titolo di miglior giocatore in Brasile. Un’operazione che ha fatto scandalo per i costi: alla società proprietaria del cartellino, la Fluminense, sono andati 8 milioni di euro e al calciatore, per un contratto di due anni e mezzo, 26 milioni di euro netti. Una somma esorbitante che lo fa entrare di diritto nel club dei giocatori più pagati al mondo, nel quale militano stelle come Messi, Ronaldo e Eto’o.

L’arrivo di Lippi aumenta la qualità di un campionato, quello cinese, in continua crescita, forte anche delle cifre da capogiro offerte ad allenatori e calciatori. Lo conferma l’approdo di Anelka, ex attaccante del Chelsea, allo Shanghai Shenhua. E il prossimo obiettivo sembrerebbe essere Alessandro Del Piero, che a fine stagione terminerà la sua carriera in bianconero. Basterà un ingaggio da urlo a convincere l’Alex nazionale a trasferirsi in Cina? Pochi mesi e lo scopriremo.

No Responses - Add Comment

Commenta