Coppa Italia: il Milan batte il Novara ai supplementari

Soffrendo molto più del pensabile, e dopo 120 minuti di gioco, il Milan di Massimiliano Allegri riesce a sbarazzarsi del Novara, battuto per 2-1, e a qualificarsi per i quarti di finale della Coppa Italia 2011/2012.

A partire forte in maniera praticamente ovvia sono proprio i rossoneri, che scendono in campo con la coppia d’attacco formata da Stephan El Shaarawy e Pippo Inzaghi, tornato titolare dopo tempo immemore. In formazione anche Merkel, dopo che soltanto in mattinata era stato ufficializzato il suo ritorno al Milan, rientrato dal prestito al Genoa. Proprio il tedesco fa una buonissima partita, insieme a Nocerino a centrocampo, e dopo diverse occasioni non concretizzate, al 24′ minuto arriva il vantaggio del Milan. Palla a El Shaarawy che si avvicina all’area e esplode un gran destro che non lascia nessuno scampo ad Alberto Fontana.

Dopo l’1-0 rossonero, paradossalmente, si sveglia il Novara, con un Jensen, appena arrivato dal Werder Brema, che già spadroneggia in mezzo al campo e un Granoche che spesso e volentieri mette in difficoltà Alessandro Nesta, anticipandolo anche in più di un’occasione. Così, dopo una grande reazione dei piemontesi e un solo minuto di recupero, le squadre tornano negli spogliatoi.

Nella ripresa si prosegue sulla falsa riga del primo tempo, con il Milan che fa la partita, ma il Novara che si rende pericoloso ad ogni azione. A metà tempo Allegri chiama fuori Pippo Inzaghi, che non la prende bene, anzi va direttamente negli spogliatoi senza passare dalla panchina. C’è spazio anche per Pato, al cui ingresso S. Siro non si dimostra caloroso come in altre occasioni; anzi, dopo qualche occazione gettata al vento dal papero brasiliano, lo stadio comincia anche a riservargli qualche fischio spazientito. Il match sembra ormai indirizzato verso la fine, se non fosse che a un minuto dal 90esimo il Novara approfitta alla grande di un calcio di punizione dal limite dell’area: se ne occupa Radovanovic che, con un destro rasoterra e velenosissimo, segna l’insperato pareggio della squadra di Tesser. Per il Milan è tutto da rifare, anche perchè una punizione di Pato, da posizione interessante, termina in curva.

Inevitabili dunque i tempi supplementari. Nella prima parte dell’extra-time, dopo un’altra occasione sprecata, sarà proprio Pato a segnare il gol del vantaggio rossonero. Lanciato in profondità da Robinho, Pato supera Fontana con un bel pallonetto e, trovando anche il tempo di dare uno sguardo al guardalinee, scaravante nella porta vuota tutta la sua rabbia per i fischi subiti. Nel resto dei tempi supplementari non succede praticamente nulla, anche se il Novara ci ha provato fino alla fine a mettere in difficoltà i campioni d’Italia. I rossoneri, nei quarti di finale conquistati, affronteranno la Lazio di Reja, avversario per il quale ci vorrà ben più di quanto fatto vedere contro il Novara.

Commenta