Agnelli: Paradiso, inferno e di nuovo in paradiso

Comprensibile gioia in casa bianconera per questo traguardo raggiunto con un giorno d’anticipo. Un emozionatissimo Antonio Conte rilascia le prime impressioni ai microfoni di Sky: “Sono sensazioni belle, festose, straordinarie. Siamo contenti di aver coronato un’annata diventata super straordinaria. “Merito dei ragazzi, della loro disponibilità, e dei tifosi, che hanno creduto subito in noi – continua il mister – Onore però anche ai vinti, abbiamo affrontato un avversario fortissimo come il Milan e questo rende ancora più importante la nostra vittoria”. “E’ una grande soddisfazione per me e per la società. Sono contento di avere vinto il dopo calciopoli” che poi sminuisce anche le polemiche sul numero dello scudetto: “Che numero di scudetto è? Per me, da allenatore, è il numero uno…”.

Polemiche che, invece, sono alimentate dalla dirigenza.Il dg Beppe Marotta ha pochi dubbi: “E’ lo scudetto numero 30 (invece dei 28 ufficiali, ndr), assolutamente. Lo abbiamo scritto anche sull’etichetta delle bottiglie, perché 30 sono quelli che abbiamo vinto sul campo. La terza stella? Da domani potremo tranquillamente pensarci”. “Il nostro valore aggiunto è Conte – aggiunge – Come società abbiamo iniziato un percorso lo scorso anno e in questa stagione abbiamo meritato il tricolore. Abbiamo cominciato a crederci quando abbiamo visto che stava migliorando il livello delle nostre prestazioni”.

Il presidente Andrea Agnelli, invece, affida la sua gioia a Twitter: “Dal Paradiso all’Inferno e ritorno in Paradiso, fino alla fine…”.

E’ offuscata da un velo di malinconia la vittoria di Alessandro Del Piero che il 20 maggio, in occasione della finale di Coppa Italia contro il Napoli, giocherà la sua ultima partita con la maglia bianconera. “Questa serata mi ripaga di tante cose. A cominciare da quel che è successo nel 2006 – ha dichiarato il numero 10 – E’ un epilogo strano. Ma lo vivo con gioia: dopo la B stasera ha un sapore speciale. E’ una bella storia, e sono contento di farne parte”.

Commenta