Europa League: grazie Zurigo, Lazio avanti con lo Sporting Lisbona

La Lazio fa il suo dovere nel sesto e ultimo turno della fase a gironi di Europa League, a batte per 2-0 all’Olimpico un avversario già qualificato, ma comunque temibile come lo Sporting Lisbona. Ogni risultato però sarebbe stato inutile se il Vaslui avesse battuto lo Zurigo, cosa che non è avvenuta fortunatamente. Gli svizzeri battono con lo stesso risultato, 2-0, il Vaslui e regalano alla Lazio di Reja il passaggio del turno.

Era però importante concentrarsi sulla propria partita, che come detto non era affatto agevole. Nel primo tempo però sembra che i biancocelesti siano più interessati a sentire cosa succede nell’altro match che a segnare i gol che comunque sarebbero serviti. In attacco Edi Reja da fiducia a Kozak, che però spesso si fa trovare impreparato o arriva in ritardo su palloni invitanti. Quasi allo scadere della prima frazione, però, è Lulic a mettere un pallone al centro che Kozak davvero non può sbagliare; il gigante ceco stacca di testa e infila la porta portoghese per il vantaggio della Lazio. E’ sull’1-0 che l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa tra i portoghesi l’unico che sembra voler fare qualcosa è Valeri Bojinov, vecchia conoscenza del calcio italiano, avendo giocato con le maglie di Lecce, Fiorentina, Juventus e Parma. Ma il solo bulgaro non basta a scheggiare una Lazio sempre più convinta dei propri mezzi.

Al punto che dopo dieci minuti dall’avvio della seconda frazione arriva il gol del definitivo 2-0, segnato da Sculli, apparso in grandi condizioni. Soprattutto si evidenzia come l’attaccante ex Genoa sia riuscito spesso e volentieri, come nell’occasione della rete, a sfuggire alla marcatura di Onyewu, gigantesco difensore statunitense proveniente dal Milan; in Italia non ha lasciato nessun ricordo, ma nella sua nazionale è considerato uno dei più forti del pianeta nel suo ruolo. In ogni caso era un fastidioso cliente per i biancocelesti, che sono però riusciti a domare anche lui.

Non succede più nulla, se non l’entusiasmo alla notizia dei gol dello Zurigo al Vaslui; il 2-0 degli svizzeri rende ufficiale il passaggio del turno della Lazio, in compagnia dello Sporting Lisbona, con i portoghesi che passano come prima del girone. Adesso, o per meglio dire a febbraio, con la ripresa dell’Europa League, inizia il bello. I sedicesimi di finale dell’Europa League ricevono sempre in dono tutte le terze classificate nei gironi di Champions; e quest’anno più che mai i doni sono davvero preziosi, un pò meno per le squadre che si troveranno a dover affrontare Manchester United, Manchester City, Ajax, Valencia e Porto. Buona fortuna, Lazio.

Commenta