Euro 2012: Portagallo 1 – Repubblica Ceca 0, decide CR7

Questi Europei del 2012 hanno la prima semifinalista. E’ il Portogallo che, grazie ad un goal del suo capitano e giocatore simbolo, Cristiano Ronaldo, ha battuto nei quarti la Repubblica Ceca. Troppa la differenza tecnica tra le due squadre per una partita giocata, per gran parte del tempo, a senso unico. Merito soprattutto di Ronaldo, autore, ancora di una volta di una prestazione straordinaria (oltre al goal, anche due pali) che rilancia sempre più prepotentemente la propria candidatura al pallone d’oro, contesogli, praticamente, solo da Messi.

La superiorità del Portogallo, però, si concretizza solo nel secondo tempo. Di preciso al 35′, quando Moutinho mette al centro dell’area e Ronaldo mette in rete. In precedenza, però, i lusitani si erano visti annullare un goal per un netto fuorigioco di Almeida e Cech si era superato su un tiro dalla distanza di Moutinho. Il goal di Romaldo chiude i giochi e colloca il Portogallo tra le prime quattro squadre d’Europa.

Per scoprire l’avversaria in semifinale del Portogallo, bisognerà attendere domani e scoprire chi uscirà vicente dalla sfida tra la Spagna, campione in carica e del mondo, e la Francia di Blanc che, dopo la sbandata iniziale, sembrava aver ritrovato la retta via, smarrita in occasione della sconfitta contro la Svezia già eliminata. I cugini d’oltralpe avranno il compito arduo di arginare lo strapotere delle Furie Rosse. Un compito che, almeno sulla carta, pare quasi impossibile.

Stasera, invece, va in scena quello che è stato già ribattezzato come il “derby dello spread”. In campo scenderanno Germania e Grecia e la corazzata tedesca sembra davvero troppo forte per far paura agli ellenici. Riuscirà Davide a battere Golia?

La sfida più equilibrata sembra essere quella che va in scena domenica e che ci interessa più da vicino: Inghilterra-Italia. Gli azzurri di Prandelli se la vedranno con una squadra che gioca un calcio molto italiano: difesa forte e poi si riparte in contropiede, ma il match risulta interessante anche per la sfida tra “bad-boy”. Da una parte Rooney (appena rientrato in campo dopo aver scontato una squalifica di due giornate), dall’altra Balotelli, autore di uno spettacolare goal contro la Croazia. La vittoria finale andrà a chi dei due riuscirà a mettersi a disposizione della squadra e riuscirà ad essere più cattivo. Sportivamente parlando, si intende.

Commenta