Milan-Lazio: i rossoneri in semifinale di Coppa Italia

Il Milan batte la Lazio e raggiunge la Juve in semifinale di Coppa Italia. Una partita iniziata in salita per i rossoneri (dopo soli 5’ la Lazio va in vantaggio con Cissè) e poi riacciuffata e vinta con un roboante 3-1. Il quadro delle semifinali adesso è completo. Da una parte Juventus-Milan, dall’altra Napoli-Siena. Chi arriverà a sfidarsi il 20 maggio all’Olimpico di Roma?

A San Siro non c’è di certo il pubblico delle grandi occasioni (poco più di 7.500 gli spettatori paganti) ed è un peccato, perché il primo tempo ripaga davvero del costo del biglietto e del freddo milanese. Come detto, 5’ e la squadra di Reja (discutibile la formazione messa in campo dal tecnico friuliano, con una difesa a 3 alquanto disorientata) va in vantaggio: cross dalla destra di Gonzalez, la difesa milanista è ancora negli spogliatoi e per Cissè è un gioco da ragazzi girare in rete.

Immediata la reazione della squadra di Mister Allegri.Rischia di subire il raddoppio, ma al 15’ arriva il pareggio con Robinho. Trascorrono 3’ ed è sorpasso: gran destro di Seedorf che si piazza giusto sotto il sette, dove Marchetti non può arrivare. Il pallone del tris è sui piedi del brasiliano che prima supera il portiere biancoceleste in uscita e poi calcia sull’esterno della rete. Ma anche Amelia, con due ottime parate, salva il risultato, evitando il pareggio ospite. Allo scadere del primo tempo, punizione per la Lazio. Calcia Hernanes e Amelia deve superarsi per deviare in angolo.

Nella ripresa la Lazio torna con la difesa a quattro. Il Milan fa molta più fatica a trovare gli spazi per arrivare davanti a Marchetti. Ne risente lo spettacolo e la tensione sale: Diaz colpisce con un pugno in area Van Bommel. Sarebbe rosso diretto, ma l’arbitro (Gervasoni ) non vede. Il Milan, però, non fa l’errore di chiudersi nella propria trequarti. Al contrario si rende due volte pericoloso con El Shaarawy (il migliore dei suoi, non a caso c’è il suo zampino nei primi due goal segnati dalla squadra rossonera). A 20’ dalla fine Allegri manda in campo Ibrahimovic e proprio lo svedese, all’84’, chiude la partita. Il Milan esaudice il desiderio del suo mister e raggiunge la Juve in semifinale della Tim Cup.

Commenta