Agli ottavi di Coppa Italia Novara e Verona

Manca la Champions, c’è la Coppa Italia. Questa settimana si gioca, infatti, il quarto turno eliminatorio della Tim Cup. Ieri sera sono stati definiti i primi accoppiamenti degli ottavi di finale: il Novara (che ha eliminato il Catania) dovrà vedersela con il Milan, mentre l’Hellas Verona (vittorioso contro il Parma) si troverà di fronte la Lazio. Il Napoli affronterà invece il Cesena, che ha strapazzato 3-0 il Gubbio.

Catania – Novara 2-3. Il Catania va due volte in vantaggio e domina la partita per più di un’ora, ma alla fine è il Novara ad approdare agli ottavi. Merito di Riccardo Meggiorini, autore di una doppietta realizzata negli ultimi quindici minuti, ma demerito anche della squadra etnea che non è riuscita a chiudere la partita.

La squadra di Montella parte subito forte. Dopo nemmeno tre minuti di gioco, la combinazione giocata in velocità da Capuano e Maxi Lopez lancia Lanzafame, che di piatto appoggia in porta da breve distanza. I piemontesi subiscono il colpo e il Catania arriva due volte vicino al bis (Lopez sottoporta e Sciacca dalla distanza), senza però mettere mai il pallone in rete.

Nella ripresa il Novara va alla ricerca del pareggio che arriva al 21’ con Granoche. Dopo neanche un minuto, però, Maxi Lopez riporta in vantaggio la squadra siciliana, con un tiro sotto la traversa. Il Novara riacciuffa il pareggio al 33’: Campagnolo respinge male e Meggiorini ne approfitta. Il Catania fallisce il tris con Barrientos. Non fa lo stesso Meggiorini che allo scadere batte Campagnolo con un preciso diagonale. Nei minuti di recupero  sono espulsi Belusci e Porcari per reciproche scorrettezze. Il risultato, però, non cambia: la squadra di Tesser vola agli ottavi dove incontrerà il Milan di Allegri.

Parma – Verona 0 – 2. Il Verona di Mandorlini espugna il Tardini grazie alle due reti firmate da Ferrari e di Gomez. Gli scaligeri confermano dunque lo splendido momento di forma (nel campionato di serie B vengono da sei vittorie consecutive).

Partita caratterizzata dal turnover. In campo molti giocatori che finora hanno trovato poco spazio. Parte bene il Verona, ma nella prima mezz’ora non riesce a concretizzare e deve “accontentarsi” solo dei calci d’angolo (5). Poi le cose cambiano e Ferrari ha due occasioni fotocopia in un minuto. Spreca la prima ma non la seconda. Prima controlla di testa e poi con un diagonale secco infila Pavarini.

Nella ripresa i tifosi di casa si aspettano una reazione dalla loro squadra, ma restano delusi. È ancora il Verona a fare la partita. All’8’ Doninelli impegna dalla distanza Pavarini, ma il raddoppio veronese arriva poco dopo:  al 16′ Russo pesca Gomez in area che con un colpo di testa perfetto schiaccia in porta. Colomba prova a rimediare mandando in campo Pellè e Giovinco, ma non basta. La squadra emiliana si fa notare solo per un colpo di testa di Crespo che finisce sul palo. L’arbitro fischia la fine. Il Verona va avanti meritatamente e affronterà la Lazio agli ottavi.

Commenta