NBA, tutto pronto per la ripartenza

Dopo oltre 5 mesi di lockout, una bella notizia per gli appassionati di NBA il campionato 2011/2012 partirà finalmente il prossimo 25 dicembre.

Raggiunto il nuovo accordo tra i proprietari dei club ed i giocatori, il nuovo contratto prevede  una clausola di uscita dopo la sesta stagione, i giocatori pur rinunciando a molti soldi (tetto salariale a 58,04 milioni di dollari, tetto minimo a 46,44 milioni, la luxury tax sarà applicata oltre quota 70,31 milioni), hanno conservato la possibilità di muoversi senza ostacoli nei ‘big markets team’,  (tra cui: Miami, Los Angeles, Boston, Dallas e New York) che ogni anno comunque arrivano alla volata finale per il titolo. Con il via della stagione ormai ufficializzato, si aprono anche i training camp (ritiri) delle varie squadre e soprattutto comincia la corsa al mercato per acquistare i giocatori più forti su piazza ed agli svincolati ( free agent).

Il patron / commissioner del NBA David Stern ha commentato: “E’ un accordo corretto, con tanti compromessi a risolve questioni significative in maniera estremamente soddisfacente”. Il basket a stelle e strisce può quindi ripartire.

Tra i nomi dei free agent, tra i più noti ed ricercati citiamo:   J.J.Barea, Jamal Crawford,  Nenè, JR Smith, Tayshaun Prince (destinato a Detroit) , Tracy McGrady (a preso la strade per Atlanta), Marc Gasol,  Grant Hill, Greg Oden (potrebbe restare a Portland) , Andrei Kirilenko, Nick Young.

Futuro incerto per il bolognose Belinelli che dovrebbe rimanere a New Orleans, infatti essendo  un “restricted free agent”  può ricevere offerte da altre squadre NBA le quali però possono essere pareggiate dalla franchigia della Big Easy.

Ritiro agonistico ha causa di problemi fisici per Brandon Roy, guardia 27enne dei Portland.

E’ saltato per il No di David Stern nelle vesti di patron degli Houston il trasferimento di Paul ai Lakers, al sito del NBA, ha affermato: ”Non lo lascio andare per ragioni puramente cestistiche”.

Ufficiale il passaggio di Tyson Chandler da Dallas  ai Knicks.

Il campionato partirà il giorno di Natale è sarà ridotto dalle abituali 82 partite a 66 partite, la stagione regolare finirà il 26 Aprile 2012 ed i play-off al via dal 28 aprile 2012; tutte  le squadre NBA saranno obbligate visto l’ inizio ritardato, a disputare  almeno un “back to back to back” (tre partite consecutive in 3 serate).

Il calendario prevede per ogni club 48 incontri con squadre della propria conference e solamente 18 con avversarie dell’altra “costa”. La pausa è prevista durante il weekend dell’All Star Game, in programma a Orlando il 26 di febbraio.

Il 25 alle 18 ora italiana, prenderà il via con Knicks – Celtic al Madison Square Garden, dopo scenderanno in campo Mavericks-Heat,  Lakers-Bulls, Thunder-Magic ,Warriors-Clippers.

Il 26 le altre partite dove tra l’altro scenderanno in campo i giocatori d’origine Italiana, i Raptors con  Andrea Bargnani faranno visita ai Cavaliers.

Commenta