Palestre e centri fitness: il boom!

Le palestre i centri fitness negli ultimi anni hanno registrato un vero e proprio boom di apertura, con centinaia di inaugurazioni in tutta Italia, da Nord a Sud, con una concentrazione maggiore nella zona centrosettentrionale del Paese.

Si tratta di un fenomeno economico in controtendenza se si considerano le centinaia di imprese che mensilmente chiudono in Italia a causa della crisi e la cui natura va ricercata anche in un cambiamento dello stile di vita degli italiani, sempre più attenti alla forma fisica.

Secondo uno studio statistico effettuato di recente, infatti, è emerso che gli italiani preferiscono non rinunciare ai loro allenamenti quotidiani mentre farebbero volentieri a meno, se fossero messi davanti a una scelta, delle serate fuori con gli amici, in ristorante o nei locali alla moda.

Questo mercato è quindi ancora piuttosto fertile e si presta ad essere sfruttato ancora a fondo e a lungo, anche se si sta correndo il rischio di saturazione, soprattutto nelle grandi città, con conseguente inflazione di settore e rapido declino di possibilità lavorative.

Se ci si guarda intorno, specialmente nelle città come Milano, c si rende conto che ad oggi le palestre hanno quasi superato i ristoranti come presenza sul territorio e, fino a qualche tempo fa, questa ipotesi era del tutto improbabile. Anche a Roma le palestre sono in forte crescita e sono numerosissime, la più famosa è quella dell’imprenditore Cesare Pambianchi che si è affermato nel mondo dello sport con convinzione e tenacia offrendo ai suoi clienti il massimo dell’innovazione e del servizio.

Quando oggi si vuole aprire un business, la prima idea che viene è quella di un centro fitness o di una palestra, luoghi in cui richiamare persone di qualsiasi estrazione sociale ed età per garantire dei momenti di svago e di relax anche se, va detto, l’incremento maggiore di aperture lo si sta vedendo nei centri fitness di fascia alta, quelli che sorgono nelle immediate vicinanze dei centri storici della città o nelle zone commerciali e finanziarie, che richiamano persone di un certo tipo, soprattutto manager e imprenditori, che cercano solo il top del top.

Sta infatti crescendo anche in Italia la moda delle palestre aperte 24 ore su 24 a pieno regime, dove ci si può recare a qualsiasi ora del giorno e della notte per svolgere le sessioni di allenamento o di massaggio: è la soluzione preferita dai manager d’alto profilo e dai dirigenti che, costretti a lavorare fino a tarda notte, in questo modo possono avere la possibilità di allenarsi anche alla fine della giornata di lavoro avendo i servizi di cui potrebbero usufruire durante il normale orario di apertura.

L’incremento, se si considerano le statistiche degli ultimi cinque anni, è del 50% e sono poche le palestre e i centri fitness che sono stati costretti a chiudere, un numero ben sotto quello della media nazionale per altri settori, che spinge i giovani a crearsi un mestiere nell’ambito sportivo.

Va tuttavia spiegato che sono necessarie tante autorizzazioni per aprire una palestra e che bisogna anche scegliere città in cui l’offerta sia carente rispetto ala domanda e questo, al giorno d’oggi, è sempre più difficile, a meno che non si offrano al pubblico servizi innovativi e rivoluzionari che ancora non sono stati portati nelle altre palestre.

Si calcola che l’ascesa del business delle palestre e dei centri fitness, a meno di particolari sconvolgimenti di mercato, continuerà per altri tre anni più o meno, prima di raggiungere la saturazione completa in Italia.

Il successo di queste attività è da ricercare anche nel fatto che questi diventano dei veri e propri centri di aggregazione dove incontrarsi con gli amici o farsene di nuovi e questa, per chi gestisce uno di questi centri, è una straordinaria opportunità di marketing che richiama sempre nuovi clienti grazie al passaparola.

Commenta