Londra 2012, Vezzali portabandiera

Sarà Valentina Vezzali a portare il tricolore durante la cerimonia inaugurale dei prossimi Giochi Olimpici in programma questa estate nella capitale britannica. A comunicare la decisione è stato il Coni che ha voluto così premiare la trentaquattrenne fiorettista di Jesi che, dopo aver vinto l’oro individuale a Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008, tenterà di conquistare il quarto titolo olimpico consecutivo.

Oggi, nel corso della riunione del Consiglio nazionale, verrà formalizzata la nomina, ma si tratta, appunto, di una formalità. La scelta del Comitato olimpico infatti è stata già divulgata. “Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Petrucci, sentito il Segretario Generale del Coni, Raffaele Pagnozzi – si legge in un comunicato apparso sul sito ufficiale del Comitato olimpico nazionale – ha scelto Valentina Vezzali quale portabandiera dell’Italia ai prossimi Giochi Olimpici di Londra 2012”.

Di questa scelta è già stato informato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che il 22 giugno riceverà al Quirinale la squadra olimpica in partenza per Londra e che proprio in quella occasione consegnerà la bandiera italiana all’alfiere azzurro.

Si tratta di un enorme riconoscimento per l’azzurra che può vantare in carriera cinque ori olimpici e 13 mondiali tra individuali e di squadra e che spegne le polemiche nate nei mesi scorsi in seguito alla dichiarazione di Federica Pellegrini. La nuotatrice, probabile portabandiera, aveva fatto sapere, infatti, di non essere del tutto convinta di accettare questo onore in caso di sua nomina. Immediate le critiche da parte del mondo sportivo e non che hanno invocato la nomina di qualcun’altro.

Oltre al nome della Vezzali, si era fatto anche quello di Josefa Idem, la canoista tedesca naturalizzata italiana che nel suo palmares conta cinque medaglie olimpiche (una per la Germania e quattro per l’Italia). La scelta, però, alla fine è ricaduta su Valentina Vezzali, forse perché nel 2008 a Pechino il portabandiera italiano fu il canoista Antonio Rossi e si voleva cambiare sport.

Valentina Vezzali, comunque, non è la prima portabandiera appartenente al mondo della scherma. Prima di lei ci sono stati Nedo Nadi (Anversa 1920), Giulio Gaudini (Berlino 1936), Edoardo Mangiarotti (Melbourne 1956 e Roma 1960), Giuseppe Delfino (Tokyo 1964) e Giovanna Trillini (Atlanta 1996).

Commenta