Europei di nuoto, già 3 medaglie

Parte bene la spedizione italiana agli Europei di nuoto 2012 in Ungheria. Nella prima giornata di gara gli azzurri conquistano tre medaglie, un argento e due bronzi. Merito della 4×100 sl maschile guidata da Filippo Magnini (seconda) e due terzi posti per Samuel Pizzetti nei 400 stile libero e per la 4×100 sl femminile capitanata da Federica Pellegrini.

A conquistare la prima medaglia targata Italia in questa rassegna continentale è Samuel Pizzetti, bronzo nella finale dei 400 stile libero, vinta dal tedesco Paul Biedermann. Ovvia la soddisfazione del nuotatore. “E’ il risultato di un anno difficile di allenamenti impegnativi. Non volevo lasciar perdere il sogno olimpico e quindi sapevo di dover tirare fuori l’anima – ha commentato Pizzetti – Gran parte del successo è da dedicare alla federazione che mi è stata vicina. Due mesi fa nessuno avrebbe scommesso un euro su di me. Anche se lontano dalle gare mi sono tenuto in allenamento con la mente. Questo bronzo è una mia grande prova di autostima e se ho ripreso così velocemente vuol dire che posso andare anche oltre”. Nella stessa gara, invece, solo sesto posto per Gabriele Detti.E’ di bronzo anche la medaglia conquistata da Alice Mizzau, Federica Pellegrini, Erica Buratto ed Erika Ferraioli, le ragazze che compongono la staffetta 4×100 femminile. Per loro anche il nuovo record italiano (3’39″84). “Siamo molto contente del risultato. Una bella medaglia – ha commentato Federica Pellegrini – per cominciare questo europeo. Sono contenta anche della mia frazione”. Una vittoria dedicata alle vittime del terremoto in Emilia che ha colpito l’Italia i questi giorni, come ha spiegato Erica Buratto. Le italiane si sono piazzate dietro le tedesche (3’37″98) e le svedesi (3’38″40).

Hanno fatto meglio delle loro colleghe donne, i ragazzi della staffetta 4×100 maschile, secondi alle spalle della Francia (3’14″71). Terza la Russia (3’15″13). Argento conquistato grazie all’ultima frazione nuotata da Filippo Magnini in 47″97, ma anche grazie agli altri ragazzi che compongono il quartetto: Andrea Rolla, Marco Orsi e Michele Santucci. A fine gara, però, a parlare è il pesarese che esprime la propria soddisfazione: “Siamo venuti qui con l’intenzione di prendere una medaglia e l’argento va benissimo. I francesi sono stati bravissimi e complimenti a loro”.

In giornata è arrivata anche la qualificazione di Alessia Filippi  per la finale continentale dei 200 dorso. Per la campionessa campionessa romana, al ritorno dopo un lungo periodo di assenza, il quarto tempo al termine delle semifinali con 2’10″89. “Speravo un pochino meglio in termini di tempo, però va bene così. Vediamo domani (oggi, ndr) in finale, ma due anni, quasi tre fuori da un certo livello si sentono, mi manca un po’ di adrenalina – ha commentato Filippi – Sono pronta, non mi basta niente, sto qui per affrontare tutto quanto con serenità”.

Ma non sarà solo Alessia Filippi a scendere in vasca oggi. Previste per oggi anche la finale dei 50 farfalla con le italiane Silvia Di Pietro e Ilaria Bianchi, quella dei 100 rana con Mattia Pesce e Fabio Scozzoli e quella dei 100 dorso che vedrà impegnato Mirco Di Tora (fuori Matteo Milli).

Commenta