Calcio a 5: l’Italia vince e vola in Thailandia

Come da pronostico l’Italfutsal vince in casa contro la Norvegia e stacca il pass per i mondiali che ci saranno in Thailandia dal 1° al 18 novembre prossimi. Davanti ai quattro mila del Pala San Giacomo di Conversano, gremito in ogni ordine di posto, la nazionale guidata da Roberto Menichelli (alla cinquantesima panchina in azzurro) vince, ma non entusiasma. “Colpa” del risultato dell’andata, uno 0-5 impossibile da ribaltare per una squadra ancora acerba come quella norvegese, che fa stare fin troppo tranquilla la formazione azzurra.

Un goal per tempo per gli azzurri. Ad inizio partita arriva il goal di Saad Assisi, con un preciso tiro dalla distanza sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il goal, però, non frena le ambizioni spropositate della Norvegia che prova a pareggiare e a riaprire il discorso qualificazione. Se la porta dell’Italfutsal rimane inviolata il merito è tutto del portiere Stefano Mammarella, autore di una gara strepitosa. Nella seconda frazione di gioco cresce l’Italia e arriva il goal di capitan Marcio Forte (una puntata precisa che batte il portiere scandinavo), ma nel finale c’è ancora gloria per Mammarella che con un intervento miracoloso sul secondo palo chiude ancora la porta al giocatore norvegese.

Al fischio finale scoppia la festa al Pala San Giacomo per la qualificazione raggiunta e a festeggiare, ovviamente, è anche Mister Menichelli. “Questa vittoria giunge a conclusione di una stagione ben giocata. Raggiungere la Thailandia era il nostro obiettivo principale – spiega Menichelli – Forse avremmo potuto giocare un po’ meglio, ma dopo la larga vittoria conquistata all’andata non era facile mantenere alto il profilo motivazionale”. “Quando si subisce una sconfitta ampia nella gara d’andata – continua il mister – viene spontaneo agli avversari, e la Norvegia lo ha confermato, dare tutto per non sfigurare. Mi avrebbe fatto piacere regalare qualche gol in più per la gente che è venuta in massa a seguirci e sostenerci e che voglio ringraziare, ma l’obiettivo è stato raggiunto e va bene così”.

In Thailandia, per il primo mondiale della storia a 24 squadre, l’Italia troverà altre sei nazionali europee. Si tratta di Ucraina, Serbia, Russia, Spagna, Portogallo e Repubblica Ceca. Una vera sorpresa la qualificazione di quest’ultima squadra che è riuscita a ribaltare la sconfitta dell’andata per due reti a zero contro la Slovenia,  riuscendo in un’impresa non da poco.

Commenta